Anmic Rimini

Anmic Rimini

Nota stampa.
Mondo Disabilità: ANMIC Rimini ha incontrato i candidati Sindaco.
Marzio Pecci, Sara Visintin, Mara Marani e Marina Mascioni ospiti degli invalidi civili della ANMIC in singoli incontri ieri a Viserbella. Lunedi prossimo anche Ida Di Campi e si aspettano gli altri.

A Rimini circa 40.000 persone coinvolte dal problema: (dati Istat: DisabilitàinCifre) 1 famiglia su 10 presenta un soggetto con limitate funzionalità motorie: sono circa 6.500 le persone che presentano una disabilità. 1 su 7 abitanti sono direttamente invalidi civili. A questi si aggiungono gli Over64 (22% della popolazione) che presentano e presenteranno nel prossimo futuro problemi di mobilità e di funzionalità motorie: sono circa 32.500.
La ANMIC Rimini ha dato seguito alla Lettera ai candidati sindaco dei giorni scorsi ospitando con una serie di incontri singoli i candidati riminesi a Viserbella dove c’è una casa di cura che ospita diversi disabili. La delegazione degli Invalidi Civili della provincia di Rimini ha incontrato alle 9 Marzio Pecci, per proseguire alle 11.30 con Sara Visintin, nel primo pomeriggio alle 15 ha ospitato Mara Marani e a seguire alle 17 Marina Mascioni. Un tour de force che ha permesso alla ANMIC di portare le proprie riflessioni all’attenzione dei candidati con l’obbiettivo di far conoscere direttamente e senza filtri a chi avrà poi la responsabilità di governo della città o comunque opererà in consiglio comunale le problematiche delle persone con disabilità ed offrire loro il contributo della associazione in termini di consulenza qualificata in relazione ai bisogni dei disabili e delle loro famiglie, coinvolgendo anche la
società civile. “Un fine ambizioso – afferma l’ Anmic Rimini – ma necessario perché ha l’obiettivo di costruire insieme una nuova società più attenta e rispettosa delle diversità, nel principio dell’egualità sociale”. Sono diverse le aree in cui si invita ad intervenire: dalla tutela della persona e della famiglia alla sensibilizzazione della collettività, alla piena fruizione della città, all’abbattimento di barriere e burocrazia, dalla rappresentanza e visibilità nei rapporti con istituzioni, enti e mondo del volontariato, alla promozione di iniziative a sostegno del disabile in ambito sanitario, scolastico, lavorativo e nei servizi sociali.
Gli obbiettivi che Anmic Rimini ha proposto consistono in azioni mirate ad assicurare un supporto tecnico-burocratico attraverso Sportelli ad hoc e tavoli di confronto. I candidati si sono dimostrati attenti e disponibili ad ascoltare proponendo soluzioni condivise. Da lunedi si prosegue con gli altri candidati disponibili ad incontrare ANMIC.

ANMIC tutela per legge la categoria e ne ha la rappresentanza. Ha propri medici nelle commissioni ASL per il riconoscimento invalidità. Ha propri membri nelle commissioni paritecniche INPS e in quelle del PUBBLICO IMPIEGO. Opera da 60 anni in Italia. A Rimini la sezione provinciale opera dal 1995. Copre un territorio che comprende 25 comuni. Ha propri sportelli a Rimini, Riccione, Cattolica, Bellaria, Santarcangelo e presto a Verucchio e Morciano. Coinvolge circa 2.500 persone tra iscritti e loro famiglie.

###

Potrebbe piacerti anche...

Commenti chiusi.